Pagina 1 Pagina 2 Pagina 3 Pagina 4 Pagina 5 Pagina 6 Pagina 7 Pagina 8 Pagina 9 Pagina 10 Pagina 11 Pagina 12 Pagina 13

 

Progetto Sviluppo Turismo

L’organizzazione “L’ORSO CHE CAMMINA” nasce dall’impegno di alcuni soci del Circolo “W. Frignani” di Biella Vandorno, con l’intento di diventare un polo di attrazione per il turismo rurale e culturale nel Biellese ed uno strumento per favorire l’approccio dei Biellesi con “il mondo esterno”.

Attraverso varie forme di intervento ludico, culturale e sportivo, è nostro desiderio diffondere e mantenere viva la cultura della valle, la conoscenza attiva del bosco e dell’eco-sistema montano e proporre progetti che, creando attività, contribuiscano ad evitare lo spopolamento dei paesi montani.

“L’ORSO CHE CAMMINA” nasce per far conoscere ai soci un modo diverso di affrontare un viaggio, una vacanza o un’escursione.

Un viaggio deve essere sicuro e ben organizzato ma, invece di “ingrassare” una multinazionale, può contribuire allo sviluppo di un operatore locale.

Una vacanza, naturalmente, deve essere divertente e interessante ma può essere molto più coinvolgente se vissuta a contatto con la gente del luogo, con il loro modo di vivere quotidiano e con le loro tradizioni e, oltre a favorire lo sviluppo economico diretto di quel luogo,  ci darà una conoscenza molto più profonda e reale di quel territorio.

Un’escursione, anche sul proprio territorio, non lontano da casa deve essere condotta in sicurezza da una guida e affrontare percorsi stimolanti, ma sarà senz’altro più interessante e divertente se ad accogliervi e ad accompagnarvi ci sarà la gente del posto con le sue usanze, la cucina tipica ed i prodotti locali: questo darà a voi una comunione più profonda con il posto visitato e permetterà a chi lo promuove di poter continuare a farlo, evitando di disperdere culture e tradizioni antiche.

Un turismo più responsabile, solidale, diverso dalle “vacanze forzate” proposte dai posti di villeggiatura più consumistici, con prezzi adeguati e trasparenti è la proposta che “L’ORSO CHE CAMMINA” rivolge a tutti i soci.

Il contesto del settore

Dall’esplosione dei consumi di massa e dalla possibilità di accedere alle informazioni su luoghi e culture, il viaggio è diventato elemento centrale di svago e conoscenza.

La congiuntura economica sembra influire non tanto sulla quantità dei viaggiatori ma sulle destinazioni e la durata del viaggio.

Dai dati ufficiali si evince che tra il 1992 e il 2004 la spesa delle famiglie italiane per vacanze organizzate è cresciuta del 23%. Nel 2005, su 340 milioni di presenze nel nostro Paese, 200 milioni erano italiani. E il tutto all’insegna della vacanza “di prossimità”: nel 2003 la vacanza media dell’italiano era di 6,6 giorni per i viaggi in Italia.

Cresce moltissimo l’attenzione ai costi ma anche alla qualità della proposta (agriturismi, viaggi benessere, cibi sani e caratteristici, etc.), mentre per quanto riguarda il viaggio all’estero si fanno strada le richieste di viaggi responsabili, culturali, di qualità. Sempre con un occhio attento ai costi (indicativo che la durata media delle vacanze all’estero degli italiani è di 8,8 giorni).

Pur crescendo i viaggi cosiddetti “fai da te”, spinti dallo sviluppo del web e dalla maggiore capacità del viaggiatore di conoscere i territori di destinazione, è ancora molto forte la tendenza ad affidarsi a strutture organizzate “di fiducia”.

Turismo Culturale

Il radicamento territoriale, la vocazione di promozione del territorio e delle forme associative più interessanti si sposano con la volontà di sostenere le strutture di accoglienza più vicine al nostro concetto di viaggio sostenibile. Il territorio è il nostro baricentro e l’azione del progetto turismo avrà come obiettivo dichiarato lo sviluppo di proposte di turismo culturale che coniughino la scoperta di pratiche sociali ed economiche e delle tradizioni locali, con l’innovazione delle nuove forme di viaggio sostenibile. Con una particolare attenzione alla qualità della proposta e al costo della stessa.

Turismo Responsabile

Tra i percorsi più interessanti scaturiti dalla critica ai modelli del turismo “insostenibile” di massa, c’è sicuramente il cosiddetto turismo responsabile, attento alla sostenibilità ambientale e sociale delle attività di viaggio. Molti operatori specializzati in questo tipo di proposte sono cresciuti. AITR, l’associazione Italiana per il turismo responsabile, è un soggetto di elaborazione interessante, con cui il 27 e 28 settembre 2006 è stato sottoscritto il “Manifesto di Penne” che individua gli ambiti di azione che vanno nella direzione del nostro lavoro.

Turismo in rete

La relativa facilità di comunicazione e di diffusione delle notizie via web costituirà il mezzo utilizzato per far conoscere la nostra iniziativa e per ricevere contatti e prenotazioni.

Il logico sviluppo del nostro progetto è la realizzazione di un e-book in rete, che raccolga i vari itinerari, le mappe, le caratteristiche e le particolarità del viaggio, con l’indicazione, per ogni escursione, di una attività artigiana o artistica da visitare e di un posto di ristoro con un menu caratteristico a prezzo concordato

“L’ORSO CHE CAMMINA” ha eletto come sua mascotte l’orsetto “GHIGNARELL”, (nome di uno degli gnomi abitanti nelle valli biellesi, con il preciso intento di favorire il recupero di tutte quelle forme di cultura etnica tramandate nei tempi) ed ha aderito all’Associazione “Passobarbasso” (www.passobarbasso.it) che ha appena costituito il gruppo NordOvest

Le prime attività proposte riguardano:

* Trekking a piedi estivo di uno o più giorni

         * Trekking invernale con le racchette da neve

         * Nordic Walking

         * Campi scuola per giovani :  conoscenza del bosco

                                                           ecosistema montano

                                                           tradizioni popolari ( cultura, ballo,

                                                          musica)

         * Stages giornalieri su:           conoscenza della flora e della fauna

                                                          locale

        * Escursioni geologiche

Saranno da sviluppare anche le attività di “outgoing”, cioè quelle dirette verso l’esterno, con la preparazione di viaggi sia indipendenti che in collaborazione con altre realtà similari già attive sul territorio (Basaglia in viaggio di Torino, Viaggi e miraggi di Treviso ecc..)

N.B.

Tutte le attività sono praticate con esperti del settore e le escursioni sono guidate da una guida ambientale escursionistica professionista della GAE.